lazionews-lazio-cagliari-marin-leiva
Foto La Presse
Tempo di lettura: 3 minuti

FACCIA A FACCIA CAGLIARI LAZIO MARIN LEIVA – Il campionato 2020-21 della Lazio inizia da Cagliari. La formazione di Simone Inzaghi, rimasta a riposo nel passato weekend per il rinvio del match con l’Atalanta (si recupera mercoledì 30 settembre), debutta alla Sardegna Arena contro l’undici di Eusebio di Francesco, reduce dall’1-1 sul campo del Sassuolo. I biancocelesti si preparano a scendere in campo senza volti nuovi, ma con i recuperi a centrocampo di tre pedine fondamentali: Milinkovic, Luis Alberto e Lucas Leiva. La mediana sarà l’ago della bilancia di una sfida che si preannuncia equilibrata e ricca di insidie. I sardi hanno qualità e sostanza nel mezzo. Le chiavi del gioco sono state affidate al giovane Razvan Marin. E proprio il confronto con il veterano Lucas Leiva si preannuncia tra i più interessanti del confronto. Razvan Marin, Lucas Leiva: Cagliari Lazio si decide in cabina di regia.

Cagliari, a Marin le chiavi del centrocampo: il regista con il vizio del gol

Tra i volti nuovi del Cagliari di Eusebio Di Francesco (anche lui al debutto alla Sardegna Arena) c’è Razvan Marin. Centrocampista rumeno classe 1996, il ragazzo è considerato tra i talenti più promettenti del calcio dell’est europeo. Gioca come regista, ma in sé ha le qualità dell’incontrista. Di piede destro, è preciso nei passaggi e puntuale nelle chiusure. Ha iniziato la carriera come trequartista, arretrando poi il raggio di azione con il passare degli anni. Il suo punto di forza sono i calci piazzati, che batte con precisione e potenza. Un profilo completo, per il quale il Presidente Giulini non ha badato a spese. Marin, infatti, è stato prelevato dall’Ajax per una cifra complessiva intorno ai 10 milioni di Euro. L’esperienza olandese si è chiusa con più ombre che luci (10 presenze, 1 assist), ma nei due anni precedenti allo Standard Liegi aveva mostrato tutto il suo talento (104 presenze, 18 gol, 22 assist). Nonostante la giovane età vanta già 6 presenze in Champions e 8 in Europa League. Marin, infine, è già nel giro della Nazionale rumena fin dal 2012 (Under 17) ed ha esordito con quella maggiore nel 2016, a 20 anni. Il ragazzo ha la stoffa del campione e anche al debutto in Serie A, contro il Sassuolo, non ha sentito l’emozione. In campo per 76 minuti, ha chiuso il match con il 94,7% di passaggi riusciti, dei quali il 34,2% giocati in avanti verso le punte. Un amante della verticalizzazione. E un profilo da tenere sotto attenta osservazione.

Lazio, in regia torna Lucas Leiva

Gioventù contro esperienza. Razvan Marin sarà guardato a vista da Lucas Leiva, recuperato da Simone Inzaghi e candidato principale per un posto da titolare in mezzo al campo. Il brasiliano è al rientro dopo un’intervento al ginocchio dal quale si è ripreso con estrema difficoltà. Un vero e proprio calvario dal quale il numero 6 è uscito con la pazienza e la determinazione del grande campione. Non ha ancora i novanta minuti sulle gambe, la staffetta con Gonzalo Escalante è già in preventivo, ma mister Inzaghi vuole l’esperienza del brasiliano al calcio d’avvio della nuova stagione. In estate ha svolto una preparazione specifica con un personal trainer, prima di partecipare al ritiro di Auronzo con i compagni. Il mister lo ha gestito, centellinando il suo impiego nelle amichevoli. Nell’ultima, contro il Benevento, Leiva ha dimostrato di essere tornato ai suoi livelli. L’importanza del giocatore è nota a tutti. Lucas dà equilibrio a tutta la squadra, blocca l’azione avversaria e fa ripartire la Lazio con qualità. Nel post lockdown, Leiva ha giocato due spezzoni di partita con Milan e Lecce e 23 minuti con il Sassuolo. Il bilancio totale dice sei sconfitte in dodici gare per la Lazio. Contro il Cagliari non ha mai inciso con gol o assist, ma nei 6 precedenti il bilancio dice 5 vittorie e un pareggio. La partita della Sardegna Arena rappresenta già una tappa importante per la stagione. Partire bene riporterebbe entusiasmo alla piazza, ancora in attesa del grande colpo di mercato. I tre punti, per la Lazio, sono d’obbligo, anche in vista dei prossimi scontri diretti contro Atalanta ed Inter. Lucas questo lo sa, ma in testa ha solo il match con i sardi. Il primo vero appuntamento per capire se i problemi al ginocchio possono essere rinchiusi nel cassetto del passato.

Marco Barbaliscia

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.