lazionews-vanaken-hans
Foto LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

AVVERSARIA CLUB BRUGES VANAKEN DIATTA – Dopo aver battuto il Bologna per 2 a 1 nel match valevole per la quinta giornata di Serie A, la Lazio è chiamata al secondo impegno europeo della stagione. Mercoledì 28 ottobre alle ore 21, infatti, i biancocelesti affrontano per la prima volta nella loro storia il Bruges. La squadra belga, nonostante venga da una sconfitta in campionato, ha trovato il successo nell’esordio in Champions League contro lo Zenit, guadagnando il primo posto nel girone, condiviso con i capitolini. Considerato da molti il team più abbordabile del gruppo, i nerazzurri hanno tutte le intenzioni di stupire e di giocarsi le proprie chance per continuare l’avventura europea.

Club Bruges, la storia europea del prossimo avversario della Lazio

Dopo l’Anderlecht, il Bruges è la squadra belga più titolata. Nel proprio palmarès, infatti, può vantare ben 16 campionati, 11 coppe nazionali e 15 Supercoppe del Belgio. A livello europeo, invece, solo in due occasioni si è reso protagonista. Prima nel 1975/1976 e poi nel 1978, quando arrivò a giocarsi rispettivamente la finale di Coppa Uefa e della Coppa dei Campioni. In entrambe le circostanze, però, perse contro il Liverpool. Inoltre dal momento in cui la maggiore competizione europea per club ha preso il nome di Champions League, la squadra non ha mai superato la fase a gironi.

Vanaken e Diatta, l’attacco del Bruges passa da loro

Il Bruges ha già alle spalle ben dieci gare di campionato. I risultati accumulati sono di tutto rispetto: 6 vittorie, 3 sconfitte e un solo pareggio, per un totale di 19 punti che gli valgono il primo posto in classifica, anche se con una partita in più rispetto alle inseguitrici. I nerazzurri, inoltre, possono vantare il miglior attacco della Pro League. Determinanti per questo primato sono senza dubbio Hans Vanaken e Krépin Diatta. Entrambi i calciatori, infatti, hanno totalizzato 5 reti in campionato e fatta eccezione per l’ultima partita giocata contro il Leuven, quando la squadra è andata a segno, almeno uno dei due ha trovato la via del gol. Tra l’altro, Vanaken è stato anche il capocannoniere del Bruges nell’ultima stagione con 13 segnature. Per questo la Lazio deve fare molta attenzione e cercare di limitare il più possibile le loro offensive.

Emanuele Castellucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.