GENOVESE LAZIO LOTITO – Regista di professione, laziale per passione. Paolo Genovese ha diretto diverse pellicole di successo, da “Perfetti sconosciuti” a “Tutta colpa di Freud”. Il noto tifoso biancoceleste segue spesso la squadra ed era presente anche a San Siro contro il Milan. In un’intervista rilasciata a Leggo ha raccontato tutte le emozioni di una notte storica, soffermandosi poi su alcune considerazioni sul Presidente Lotito.

Esultanza Lotito

“Ero anche io a San Siro, e posso dire con certezza: “Finalmente un Presidente tifoso”. Sono contento della sua vicinanza alla squadra. Mi piace che il Presidente sia così caldo e partecipe quando è allo stadio. Vederlo esultare come un ultras mi ha fatto piacere”.

Lotito

“E’ il proprietario della Lazio dal 2004, ci tiene, lavora e soffre per la Lazio. E chi non lavora non sbaglia. Il risultato però è che in questi anni abbiamo vinto qualche trofeo e siamo lì a un soffio dalla Champions”.

Momento Lazio

“Quest’anno la Lazio sta proponendo un gioco interessante. Aver lasciato praticamente la stessa squadra dello scorso anno ha portato a creare un’intesa perfetta. Il punto debole è la difesa, troppe distrazioni ci hanno fatto perdere 4-5 punti in campionato”.

Obiettivi

“Con questo gioco la Lazio non solo può ambire al quarto posto, ma anche allo Scudetto, così come Inter, Napoli e Roma. Ci fa paura pensare in grande, invece possiamo farlo. Abbiamo dimostrato di potercela giocare alla pari con queste squadre, sono fiducioso. A gennaio servirebbe un difensore centrale forte”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.