Lapresse
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO CAICEDO – Il 2020 della Lazio è stato senza dubbio un anno intenso. La squadra di Inzaghi ha vissuto momenti esaltanti che hanno fatto pronunciare a più riprese la parola Scudetto. Poi il primo lockdown. Da quel momento i biancocelesti hanno trascorso alti e bassi che, risultati alla mano, continuano anche in questa stagione. Lo spogliatoio, punto di forza dello scorso campionato, sembra non aver ritrovato lo stesso feeling dopo le vacanze estive, complice forse anche un clima non proprio idilliaco tra Simone Inzaghi e la società. Negli ultimi giorni, come se non bastasse, è scoppiato un altro caso tra le mura bianc’azzurre. Caicedo non ha gradito l’esclusione contro il Milan e gli strascichi di quella tensione si sono fatti sentire anche durante l’allenamento di oggi a Formello.

La ricostruzione

Alla vigilia del match di San Siro hanno tenuto banco le condizioni di Acerbi e Correa. La presenza del Tucu contro il Milan è stata incerta fino al fischio d’inizio, perciò Caicedo si era calato nell’ottica di dare il proprio contributo alla Lazio già dal primo minuto. Al momento delle formazioni, però, l’ecuadoregno è stato sorpreso dalla scelta di Inzaghi di rischiare Correa dall’inizio. Decisione che si è rivelata fatale per l’argentino che, al 32esimo del primo tempo, è stato costretto ad uscire per un infortunio al polpaccio. A quel punto il tecnico delle aquile si sarebbe voltato verso la panchina in direzione di Caicedo, ma il Panterone non avrebbe colto lo sguardo del mister piacentino che alla fine ha ripiegato su Muriqi.

Tentativo di riavvicinamento

Durante la seduta di oggi pomeriggio, Inzaghi avrebbe provato a rimarginare la rottura con l’attaccante ecuadoregno. Il tecnico si è avvicinato a Caicedo, ma il numero 20 della Lazio avrebbe tirato dritto negandosi ad un chiarimento. Il mercato di gennaio è ormai alle porte e, data la situazione, il calciatore potrebbe chiedere alla società di accasarsi altrove. Nelle ultime stagioni il Panterone ha dimostrato di meritare spazio e considerazione nell’economia di gioco di una squadra ed è per questo motivo che, allo stato delle cose, il suo legame con i biancocelesti potrebbe essere agli sgoccioli. La valutazione del caso ovviamente spetta alla società che, con Correa ai box e Muriqi non ancora al massimo della forma, ha fissato il prezzo di Caicedo intorno ai 10 milioni di euro. L’intenzione di Lotito e Tare, quindi, sembrerebbe quella di trattenere il centravanti almeno fino al termine di questa stagione e di ricucire per quanto possibile lo strappo tra le parti.

Giorgio Veloccia

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.