Tempo di lettura: 2 minuti

AGGIORNAMENTO 29/11 ORE 18.30 –Non faccio la guerra a nessuno. Sono in Nazionale per giocare a calcio e fare del mio meglio. Non ho amici in particolare nella Nigeria, perché non sono lì per crearmi delle amicizie. Con i miei compagni ho un rapporto professionale, se qualcuno ha problemi con me o con altre persone non ne sono al corrente”. Di certo non usa mezzi termini Eddy ONAZI, chiaro e diretto al punto risponde in maniera rinnovata al portale ‘New Telegraph’ alle illazioni delle ultime ore su dei problemi nello spogliatoio nigeriano con i biancoceleste come protagonista. L’ex Primavera della Lazio poi torna sulla mancata qualificazione alla Coppa d’Africa: “Siamo molto tristi per la mancata qualificazione. Avrei voluto essere con la squadra in Guinea Equatoriale, ma nel calcio nulla è scontato. Sapere di non essere lì in qualità di campioni in carica, è stato un duro colpo per noi, ma ora dobbiamo guardare avanti e cercare di non ripetere gli stessi errori”.

AGGIORNAMENTO 28/11 – Sembra arrivare dal profilo twitter del calciatore la risposta alle critiche pervenute nella giornata di ieri in maniera anonima ai media nigeriani. Queste le parole di ONAZI: “Le persone cercano di catturare l’attenzione con le cose insensate che dicono, ma noi permettiamo a Dio di lottare per noi. Buongiorno a tutti!

NOTIZIE LAZIO – E’ un momento davvero negativo questo per la NIGERIA. Le Super Aquile, infatti, non sono riuscite a qualificarsi per la Coppa d’Africa e questo avrebbe fatto saltare l’equilibrio nello spogliatoio. In particolare, tra i problemi ci sarebbe il rapporto tra ONAZI e OBI MIKEL. Un membro della squadre, che ha preferito non rivelare il suo nome, ha rivelato ai media locali dei retroscena che hanno per protagonista proprio il centrocampista laziale: “Sono state dette molte cose sul perché non siamo riusciti a qualificarci, ma la maggior parte sono lontane dalla verità. Ad esempio perché è stato detto che con Hope Akpan davanti alla difesa giochiamo male? E’ ironico che la miglior partita di Obi Mikel con la Nigeria sia quella in cui ha giocato con Akpan. Obi ha chiuso tutti gli spazi, giocando sempre d’anticipo, a differenza di Onazi”. Un duro attacco quindi nei confronti del classe ’92 che, ultimamente, era stato messo sul lastrico per aver saltato un allenamento della Nazionale. Ecco, secondo il calciatore anonimo, qual è stato il motivo che ha spinto Onazi ha comportarsi così: “I nigeriani dovrebbero chiedere ad Onazi qual è stato il motivo del suo forfait all’ultimo allenamento prima della partita con il Sudafrica e perché ha cercato di mentire. Qual è stato il suo problema? Il suo rapporto con Mikel è pari a zero, Keshi se ne è accorto durante i preparativi della Coppa del Mondo, lui vuole segnare ed essere una primadonna. Onazi è geloso del fatto che Mikel aveva ottenuto un sacco di applausi, mentre lui è stato ignorato nonostante abbia giocato un ruolo nel suo successo al AFCON 2013, questo ci è costato la partita contro il Sud Africa. Mikel è un giocatore di grande esperienza internazionale e il fatto che Onazi lo sfidi apertamente fa capire che cattivo rapporto c’è fra i due”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.