lazionews-champions-ceferin-pallone.
Foto LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

PASTORELLO RIFORMA – Da diversi mesi il governo sta cercando di attuare una riforma nel mondo dello sport. Nuove regole che colmino alcune lacune sorte negli ultimi anni. L’agente Federico Pastorello è intervenuto al Social Football Summit per condividere il suo pensiero riguardo la riforma.

Parole di Pastorello

 “Per quanto riguarda la nostra categoria, ho il piacere e l’onore di far parte del board della nostra associazione, l’AIACS (Associazione Italiana Agenti Calciatori e Società). Ci stiamo battendo e stiamo lavorando molto per cercare di partecipare alle riunioni in cui si decideranno le nuove normative, come verremo regolati e quanto e come verremo pagati. Questo, secondo me, dal punto di vista tecnico è assolutamente giusto. Come ci sono i sindacati di tutte le altre categorie, le istituzioni del mondo del calcio devono ascoltare anche le nostre richieste. Noi sappiamo meglio di chiunque altro come veramente funziona il nostro lavoro e quindi come debba essere regolato. Non entro nel merito delle percentuali. Sicuramente il nostro è un mondo fatto di sogni e di tanti soldi. Ci sta che a volte certe cifre possano magari essere viste sotto una cattiva luce da parte della gente, però è un lavoro che si è talmente evoluto. Oggi come oggi, per regolarlo, credo sia necessario discutere internamente con i diretti interessati prima di decidere. Questo è il motivo per il quale noi ci stiamo battendo fortemente come associazione. Vogliamo cercare di spiegare a chi decide come funziona il nostro lavoro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.