lazionews-correa-messias-crotone-lazio-focus
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

FOCUS CORREA MESSIAS – Le ultime settimane turbolente sembrano essere ormai alle spalle, ma per averne certezza assoluta bisognerà aspettare il match di sabato pomeriggio contro il Crotone. La Lazio volerà in Calabria per affrontare una gara che, almeno sulla carta, la vede favorita. Inzaghi recupera Leiva ma perde Milinkovic, contagiato dal Covid-19 presumibilmente in Nazionale. Il tecnico delle aquile dovrà fare a meno anche di Ciro Immobile ancora alle prese con gli esiti dei tamponi, quindi gran parte del peso dell’attacco passerà tra i piedi educati di Correa. Il Tucu proverà a mettere in difficoltà la retroguardia rossoblù muovendosi tra le linee. Il Crotone, però, può avvalersi delle giocate imprevedibili di Junior Messias. Quella di sabato, oltre che la ripresa della Serie A, può essere un faccia a faccia tutto sudamericano tra Argentina e Brasile. Ecco il focus tra Correa e Messias.

Focus su Junior Messias

Il Crotone, ultimo in classifica, in questo primo scorcio di campionato ha mostrato di sapersi accendere e spegnere senza dare punti di riferimento concreti alle avversarie. Nel match pareggiato 1 a 1 contro la Juventus, il protagonista è stato Junior Messias. Il brasiliano ha dato prova di grande tecnica associata a delle accelerazioni che hanno tenuto sulle spine i difensori bianconeri per tutta la gara. I risultati del club, però, al momento non sono per nulla soddisfacenti. I calabresi hanno portato a casa appena 2 punti in 7 giornate e, inevitabilmente, a risentire di una chimica di squadra non ancora fluida sono i calciatori di maggior talento. Stroppa contro la Lazio proverà a risalire la china, ma per farlo dovrà lasciare carta bianca a Messias e Simy.

Correa per la consacrazione

L’inizio di stagione di Correa non è stato dei più esaltanti. Anche in passato l’argentino è stato accusato di troppa discontinuità che rischia di fargli sciupare l’enorme talento che gli scorre nelle vene. Il Tucu in questa Serie A non è ancora mai andato a segno, salvo la grande serpentina contro la Juventus prima di servire l’assist per il pareggio a Caicedo. Le qualità dell’argentino non sono mai state in dubbio e Crotone potrebbe essere il trampolino di lancio verso una definitiva consacrazione in Italia e in Europa. Con l’assenza di Immobile gran parte della manovra offensiva della Lazio arriverà alla stazione Correa e Inzaghi non vede l’ora di affidargli una volta per tutte la licenza da fantasista propria di ogni fuoriclasse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.