Salernitana, Fabiani: “Non ci sentiamo la succursale della Lazio”

Pubblicato 
giovedì, 12/03/2020
Di
Redazione Lazionews.eu
ilsalottodelcalcio-serie-b-salernitana
Tempo di lettura: < 1 minuto

FABIANI SALERNITANA LAZIO - Il direttore della Salernitana Angelo Fabiani ha rilasciato una lunga intervista a Telecolore in cui parla del club campano ma anche della Lazio. Queste le sue parole.

Le parole di Fabiani

“Non ci sentiamo figli di un Dio minore, la Salernitana vive di luce propria e non riflessa. Ognuno può pensare il contrario, ma si sbaglia. Sono operazioni di mercato che si potrebbero fare con qualunque club di A. Mettiamoci d’accordo una volta per tutte su determinate situazioni. Dicono che il nostro vivaio non produce calciatori, poi quando li vuole acquistare la Lazio ci sono polemiche e si grida allo scandalo. Pongo io una domanda: è la Lazio che è al servizio della Salernitana o il contrario? Scamacca è un giocatore del Sassuolo, va ad Ascoli e i neroverdi pagano attraverso incentivi e premi di valorizzazione. Sono movimenti che fanno tutti, ci sono dei parametri da seguire alla lettera per evitare brutte sorprese. In serie B spendere 8-9 milioni di cartellini, aggiunti ai 12 milioni di gestione, significa andare fuori bilancio. Tra abbonati, sponsor e diritti televisivi  i nostri introiti arrivano ottimisticamente a 6-7 milioni e quindi vai in perdita. Le altre, evidentemente, cedono calciatori o attingono alle finanze personali. Con tutti i rischi del caso. La B non è come la serie A, ci sono dei parametri per cui l’indebitamento non deve superare una determinata cifra"

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram