CALCIOMERCATO

Cori razzisti, due turni alla Nord. Cataldi rinnova fino al 2020, ai box Bisevac e Candreva

- Advertisement -
- Advertisement -

Tempo di lettura: 2 minuti

NEWS DELLA GIORNATA – Il danno e la beffa: ieri la sconfitta in casa contro il Napoli, oggi la chiusura della Curva Nord. Curva chiusa per due turni e doppia multa, cori razzisti contro il difensore Koulibaly è la motivazione del giudice sportivo. Settore che resterà chiuso in occasione dei match contro Hellas Verona (11 febbraio) e Sassuolo (29 febbraio). In occasione del match contro gli scaligeri il club capitolino ha deciso di aprire la Maestrelli. Keita ha voluto far sentire il suo sostegno al collega: “Non esiste bianco, nero o verde, questo gioco è molto di più”, è stato il messaggio lanciato sui social. In serata arriva anche l’intervento della Nord stessa: “Quelli non erano cori razzisti”.

CATALDI 2020 – Nel frattempo, arriva il rinnovo contrattuale di Cataldi: il centrocampista romano ha firmato un contratto che lo legherà ai colori biancocelesti fino al 2020.

VERSO IL GENOA – Nemmeno il tempo di smaltire la sconfitta che la squadra è già in campo per preparare il match di sabato sera contro il Genoa, che domani Pioli presenterà in conferenza stampa. “Non recupereranno Bisevac e Candreva“, ha annunciato il medico sociale Stefano Salvatori. Niente di grave per l’esterno, che dovrebbe tornare giovedì prossimo, così come Radu. Il match di Marassi sarà diretto dal signor Orsato, con lui il bilancio in campionato parla di 4 vittorie, 10 pareggi e 5 sconfitte. 

TORNA L’EUROPA – Esattamente tra due settimane tornerà l’Europa League. Nei sedicesimi di finale la Lazio se la vedrà con il Galatasaray, l’andata si disputerà il 18 febbraio ad Instanbul. Il tecnico dei turchi ha osservato i biancocelesti da vicino in occasione della partita contro il Napoli: La Lazio è una delle squadre più importanti d’Italia, non sarà facile”, la sua ammissione. Per tale data Biglia dovrebbe tornare a disposizione tra le fila dei capitolini.

IL RESTO DELLE NEWS – Storace, attuale leader de La Destra, liquida le voci che lo vedono come colui che ha permesso a Lotito di acquistare la società biancoceleste: “È una favola che io abbia dato la Lazio a Lotito, gliel’ha data Cragnotti.

Gian Marco Torre

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI